2009
Nov
10

Audio


Deprecated: Non-static method StringParser_Node::destroyNode() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /membri2/asbruff/flatpress/fp-plugins/bbcode/inc/stringparser.class.php on line 358

Continuiamo con l’audio. Oggi ci occuperemo di quanto riguarda uno studio per l’home recording con linux. Esistono molti programmi commerciali atti allo scopo, ma pochi sanno che ne esistono molti altri open source con le stesse caratteristiche (o quasi) di quelli commerciali, con la differenza del prezzo e della libertà.

I principali software in materia di audio editing (DAW - Digital Audio Workstation) a livello commerciale sono svariati. Come esempio possiamo elencare: Cubase, Audition, Garage Band. Fra le alternative open source esistono: Adrour, Audacity, Qtractor uniti ad una variegata lista che se elencata qui potrebbe risultare poco più che inutile.

audacity_logo.jpg

Per iniziare a “costruire” la musica in casa, come prima cosa occorre prendere coscenza del tipo di hardware che andremo ad usare. Si può “fare musica” con qualsiasi computer, basta usare i programmi giusti. Per i computer datati, ad esempio consiglio spesso Audacity.

audacity_shoot.png

Audacity è un editor audio molto potente e molto leggero, disponibile per GNU/Linux, Microsoft e Mac. Supporta i plugin LADSPA, alcuni dei quali installati di default. Per chi usa GNU/Linux permette la registrazione direttamente da ALSA, oppure connesso a Jack (ne parleremo nei prossimi articoli) è possibile sincronizzarlo ad altre applicazioni.

Per chi ha esigenze più professionali, Ardour (di cui abbiamo già parlato nel post precedente) può rivelarsi molto interessante. Non è possibile connetterlo direttamente ad ALSA, bisogna passare “per forza” da Jack, il cui supporto è nativo. Anche i plugin LADSPA vengono supportati nativamente, per quanto riguarda i plugin VST il supporto è primitivo. Con i relativi driver può essere sincronizzato al mixer, ha una buona gestione del time stretch e del ripping e le tracce virtuali possono essere potenzialmente infinite (questo dipende soprattutto dall’hardware).

ardour_screenshot.png

Esistono anche progetti minori, tipo Traverso o Jokosher che però non riscuotono il successo derivante dagli anni di sviluppo di Audacity ed Ardour.

Admin area